RealizzazioneStrumenti e Abilità

Ho scoperto un segreto della ricchezza di Warren Buffett

warren-buffett-segreto

This post is also available in: ING

Molti vorrebbero avere il capitale di Warren Buffett, il leggendario investitore americano, non a caso chiamato anche l’Oracolo di Omaha. Alcuni si chiedono quale sia il vero segreto della sua intelligenza e lungimiranza negli affari.

Per rispondere a questa domanda vorrei fornirti il mio contributo su ciò che ho scoperto riguardo al successo, sul raggiungimento degli obiettivi e sulla realizzazione dei propri desideri.

Quello che ti dirò come premessa potrai applicarlo in ogni ambito della tua vita. In pratica ti fornirò un template (ed una serie di concetti chiave) che ti aiuteranno a realizzare qualunque cosa tu voglia, a patto che tu sia disposto a comprendere e applicare ciò che ti dico.

Andiamo per gradi.

Costruire abitudini è imboccare un’autostrada per il successo

Questo è il concetto chiave che che ti consiglio di fare tuo, il pilastro da cui partire ogni volta che stimi qualcuno e vuoi puntare a raggiungerne i risultati. Conoscere le abitudini degli uomini di successo è alla base della strategia per replicarne i traguardi.

Se mi segui con attenzione capirai che è vero.

Nello sport si dice che se vuoi avere il corpo di un centometrista, devi allenarti come lui, essere lui. Ecco, la stessa cosa si applica in ogni campo d’azione del genere umano. Gli esperti comportamentali e tutti i migliori coach al mondo, dicono esattamente la stessa cosa. E i fatti danno assoluto riscontro a tutto questo.

Tony Robbins, il coach più famoso al mondo, e James Cleary, autore di Atomic Habits ed esperto di abitudini, dicono la stessa cosa. Piuttosto che puntare ad un obiettivo (cosa che non ci aiuta a capire “come farlo” e “cosa fare”) bisogna puntare a divenire la persona che raggiunge in maniera naturale quell’obiettivo. Ovvero: sviluppare abitudini che portano a quell’obiettivo.

“Replicare significa copiare e basta?” No, certo. Replicare, almeno per come l’ho sperimentato io, deve essere una sorta di percorso di lancio, un corso full immersion per imparare dai migliori. Il nostro gusto e le nostre capacità ci permetteranno poi, verso la fine di quel percorso, di capire in che direzione andare successivamente. Insomma, dovrai metterci molto di tuo se vuoi emergere, su questo non devi avere dubbi.

Ti faccio un esempio. Quante volte hai ascoltato un bravo o una brava cantante emergente che però somigliava tremendamente ad un’artista molto più famoso? A me è successo spesso e nessuno che sia “l’imitazione” o la copia di qualcun altro è mai veramente arrivato al successo. Solo chi sa differenziarsi e portare tutto se stesso ci riesce.

Se ti interessa l’argomento “Persone di Successo”, ho già fatto numerose ricerche sulle loro abitudini, scoprendone i punti in comune, e le ho pubblicate in questo ricco articolo qui.

Una volta padroneggiate le strategie e le abitudini dei migliori, ci sarà possibile metterci del nostro. È come imparare “ciò che fino a quel momento si è sperimentato che funzioni”. Quindi, una regola molto utile per fare grandi passi in avanti nella carriera, negli affari, nella vita, è: prima si impara dai migliori, poi si evolve, si mescola e lo si adatta a ciò che siamo e a ciò che abbiamo voglia/desiderio di realizzare.

Prova a verificarlo anche tu e capirai che imparare da qualcun altro è fondamentale: tutti i migliori uomini e donne vissuti e viventi hanno avuto maestri importanti e di altissimo livello. Tutti i migliori si sono ispirati a qualcun altro.

Considera poi che il presente che io e te viviamo è il frutto di ciò che abbiamo fatto in passato, giorno per giorno, ripetutamente. Il nostro stile di vita attuale, e le condizioni in cui viviamo, sono il risultato di cose ripetute all’infinito e diventate praticamente automatiche. In un concetto (il più importante se ti interessa raggiungere obiettivi importanti): noi siamo creati dalle nostre abitudini. E lo stesso vale per qualsiasi persona di successo.

Nessuno ci pensa mai, e raramente se ne parla, ma sono le abitudini a:

  • farci percorrere un sentiero professionale più o meno soddisfacente
  • farci fare determinate scelte ripetitive che delineano effetti a lungo termine
  • costruiscono il nostro attuale stile di vita
  • regolano le nostre convinzioni

Trovo assurdo che non si faccia sufficientemente attenzione alla costruzione delle proprie abitudini, visto ciò che determinano nelle nostre vite.
Probabilmente questo succede perché pensiamo (e veniamo convinti dai mass media e dalla società) che il successo sia frutto di qualcosa di improvviso. Qualcosa che si manifesta dall’oggi al domani con lampi di genio e scatti di posizione, come una vincita alla lotteria.

Ma non è affatto così.

Se studi le vite delle persone di maggior successo in ogni ambito, capisci che dietro c’è un costante e massiccio lavoro. Prove ed errori, situazioni spiacevoli, rischi, periodi di assoluta incertezza.

Ma le persone di successo si concentrano sul:

  • creare routine di miglioramento delle performance
  • creare processi impeccabili per non ripetere gli stessi errori
  • investire tempo e risorse nell’imparare

Nessun grande successo duraturo è immediato.

Se è vero che noi siamo il risultato delle nostre abitudini (e spero che anche tu ormai la stia pensando così), quindi dei nostri comportamenti ripetitivi ed automatici, mi sono domandato se ci fosse una qualche abitudine di Warren Buffett che lo contraddistingua da sempre.

Ho cercato così fra interviste, articoli e documentari, e mi trovo qui per portarti questa mia scoperta. Penso di aver trovato almeno una di queste abitudini d’eccellenza.

E sai la cosa ancora più sorprendente? Ho scoperto che è qualcosa alla portata di tutti (anche tua) e che può fare davvero la differenza nella vita delle persone. È qualcosa sotto gli occhi di tutti e che stiamo dimenticando di utilizzare.

Una sola, unica, incessante e imponente serie di azioni ripetitive ed identiche.

Tutti quelli che lo conoscono bene lo confermano e sottolineano questa sua abitudine. È qualcosa che anche Warren Buffett consiglia, ai giovani. E se ti prendi un po’ di tempo per guardare il documentario su di lui, vedrai che questa informazione ricorre spessissimo ed è quindi più che confermata.

Insomma tutti sanno e hanno sempre saputo che Warren Buffett ha sempre fatto una cosa in particolare. Egli stesso dice che lo fa per l’80% del tempo che è in ufficio, e questa cosa è (reggiti forte)…:

Leggere.

Se non non hai mai sperimentato gli effetti della lettura starai saltando sulla sedia, pensando che ti abbia detto una sciocchezza. Ti sentirai quasi ingannato. In realtà ti dimostro in maniera molto semplice come la lettura possa innalzare l’intelligenza e, indirettamente, portarti a guadagnare di più.

La conoscenza è ricchezza

Molti di noi sono portati a pensare che “avere soldi” è la chiave per essere ricchi. Niente di più falso.

È risaputo che chi vince alla lotteria è molto probabile che perda tutto entro 2 anni dalla vincita e finisca peggio di prima. Perché? Perché non conosce nulla dei soldi, non sa come gestirli e non sa come farli fruttare. Il suo problema (o punto debole) è l’ignoranza.

È come se di punto in bianco ti buttassero sul ring con un peso massimo della boxe, senza guantoni e senza caschetto: è molto probabile che tu ci lasci le penne.

Warren Buffett non è diventato ricco dall’oggi al domani, ma ha studiato e applicato giorno dopo giorno ciò che imparava, iniziando con piccoli lavoretti e scalando il tipo di attività. Passo dopo passo è cresciuto, facendo pratica con la gestione di una micro azienda. Poi ha imparato a gestire un business dopo l’altro, divenendo un maestro nel campo degli investimenti.

Ma torniamo al fatto che il celebre investitore ha sempre avuto l’abitudine di leggere “come se non ci fosse un domani”. Warren Buffett viene sempre descritto, in ogni fase della sua vita, come un divoratore di libri.

Uno dei suoi consigli in merito ai libri è  infatti: “leggi ogni giorno 500 pagine: andrai a dormire molto più intelligente di quando ti sei svegliato”. Ed è qui il centro di tutto: chi è più intelligente fa scelte migliori, più sagge ed oggettive, potendo fare affidamento sull’esperienza di altri grandi uomini, quelli di cui ha letto le opere.

Inoltre, sempre Buffett, aggiunge: “se leggi molto fai scelte meno impulsive” (quindi qualitativamente migliori) e “quando leggi accumuli conoscenza, che funziona come l’interesse composto.” Cioè se leggi molto moltiplichi i tuoi guadagni.

Riesci a capire quanto sia importante questa cosa?

E ti dico un’altra cosa che conferma tutto questo. Potremmo pensare che egli faccia investimenti migliori perché ha delle informazioni migliori, eppure lui stesso dice: “io ho le stesse informazioni che hanno tutti” (lui dice “che sono sotto gli occhi di tutti” e io credo si riferisca proprio ai libri).

Quindi leggere tanto ti porta ad un altro livello e ti rende ricco.

Per approfondire gli enormi benefici della lettura puoi leggere il mio articolo qui >

Consigli finali

Stabilita l’importanza della lettura profonda, massiccia e continuativa, la domanda successiva sarà quasi sicuramente: “Ok, Paolo, ho capito che è importante. Ma come faccio? Dove trovo il tempo? Ma soprattutto: cosa devo leggere?”

Anche in questo è sempre Buffett a suggerirci una via. L’investitore di Omaha dice chiaramente che a lui non piace perdere tempo, perché il tempo è l’unica risorsa che non possiamo acquistare da nessuno. È limitato.

Per non sprecarlo, preferisce evitare di leggere cose che perdano rapidamente di importanza e concentrarsi solo su ciò che durerà nel tempo. A Warren Buffet non interessano le opinioni soggettive, né il gossip o le informazioni fini a se stesse.

Meglio concentrarsi su storie di persone che hanno “cambiato il mondo”, filosofie e modi di pensare, saggi storici o finanziari e su resoconti di studi scientifici. Ed è proprio quello su cui dovresti concentrarti anche tu se vuoi ottenere benefici e ricchezza dalla lettura.

Allora, siamo giunti al termine di questo viaggio alla scoperta del segreto di Warren Buffett. Immagino che tu ti aspettassi qualcosa di totalmente diverso, ma probabilmente, è solo una cosa così semplice, antica e potente a poterci dare ancora moltissime soddisfazioni.

Fammi sapere nei commenti cosa ne pensi.

Risorse che possono esserti utili

metodo-warren-buffett-libro

Il metodo Warren Buffett. I segreti del più grande investitore del mondo

di Robert G. Hagstrom

Da Amazon: “”Ogni giorno milioni di investitori, dilettanti e professionisti, provano che non puoi battere il Mercato. Poi c’è Warren Buffett.” Warren Buffett è la seconda persona più ricca d’America e uno dei più grandi finanzieri del mondo: il suo fondo d’investimento, nato nel 1956 con un capitale di 105.000 dollari, oggi ne gestisce 142 miliardi, ed è uno dei più solidi e profittevoli sul mercato mondiale. L’autore ricostruisce l’ormai proverbiale “metodo Buffett” analizzando in dettaglio la sua vita privata, la sua formazione professionale, i grandi successi finanziari (Coca-Cola, IBM, Heinz), i “12 paradigmi” alla base della sua filosofia di lavoro, la psicologia dietro ogni decisione finanziaria, il valore della pazienza e la sua predilezione per gli investimenti a lungo termine.”

Voglio leggerlo

 

This post is also available in: ING

Dopo questo le persone hanno letto...
RealizzazioneRelazioniStrumenti e Abilità

Come farti ascoltare di più e sentirti meno solo

Idee ed Esperienze

Non riesco più ad annoiarmi.
(Ed è un bel problema!)

Raggiungere il SuccessoSalute ed EnergiaStrumenti e Abilità

Come ottenere chiarezza mentale ed aumentare la produttività

Crescita InterioreRealizzazione

Manifesting 3-6-9: l'esercizio per realizzare i tuoi desideri

Ricevi aggiornamenti...
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x